La “cacciata” di Celio Rodigino da Rovigo di Camillo Cessi

Cessi-LacacciatadicelioRodigino0001

La “cacciata” di Celio Rodigino da Rovigo è opera giovanile di Camillo Cessi (Rovigo 1876 – Milano 1939) stesa mentre Camillo frequentava l’Università di Padova e dedicata a Francesco Flamini, docente di Letteratura italiana presso tale Ateneo.

Fratello di Benvenuto e Roberto Cessi, Camillo vinse nel 1908 il concorso alla cattedra di letteratura greca all’Università di Catania, dal 1918 insegnò a Padova e venne chiamato nel 1924 da Padre Agostino Gemelli all’Università Cattolica di Milano per l’insegnamento di Letteratura greca, incarico che ricoprì sino alla morte avvenuta il 28 febbraio 1939.

L’opuscolo valorizza la documentazione sulla storia rodigina e su Celio conservata presso l’Accademia dei Concordi, dagli Atti del Magnifico Consiglio (Archivio Comunale Antico) alle opere del Nicolio e di Francesco Bocchi, dai manoscritti di Luigi Ramello agli studi di di fine Ottocento di Abd el Kader Modena.

Cessi, C., La “cacciata” di Celio Rodigino da Rovigo, Rovigo, A. Minelli, 1897

FrecciaSfoglia l’opera on-line