Le dodici lettere d’illustri rodigini con annotazioni

dodicilettered'illustrirodigini0005L’opuscolo Dodici lettere d’illustri Rodigini stampato a Rovigo nel 1845 è opera di Luigi Ramello, storico, bibliofilo, erudito vissuto tra il 1782 e il 1854. Ramello è stato protagonista della vita culturale rodigina ricoprendo diversi incarichi: bibliotecario della famiglia Silvestri, socio e poi Presidente dell’Accademia dei Concordi. Numerosi gli impegni nella Diocesi ove fu, tra l’altro, rettore del Seminario, arciprete del Duomo e Vicario generale. Gli autografi furono in parte tratti dalla ricca collezione del Ramello che a ciascuno prepose un breve profilo dei mittenti e note di commento ricche preziose informazioni su personaggi e momenti di storia locale. Queste le lettere:

  1. Lodovico Celio Richieri (o Ricchieri al nipote Camillo Richieri)
  2. Marino Silvestri ad Alessandro Bon
  3. Antonio Riccoboni ad Ascanio Persio
  4. Giovanni Tommaso Minadois a Giovanni Bonifacio
  5. Michele Ricchiero a Baldassare Bonifacio
  6. Barnaba Riccoboni a Giacinto Fornageri
  7. Girolamo Frachetta a Baldassare Bonifacio
  8. Girolamo Frachetta a Giovanni Bonifacio
  9. Carlo Avanzi a Gaspare Bonifacio
  10. Girolamo Brusoni a Baldassare Bonifacio
  11. Vincenzo Bonifacio a Camillo Silvestri
  12. Giacomo Angeli a Camillo Silvestri.

Sulla vita, le opere, le collezioni di Mons. Luigi Ramello vedasi Vincenzo De Vit, Opuscoli Letterari editi e inediti, Milano, Boniardi-Pogliani, 1883 (pp. 75-116)

Dodici lettere d’illustri rodigini con annotazioni, Rovigo, A. Minelli, 1845

FrecciaSfoglia l’opera on-line